Gruppo Angelantoni e Gruppo Piazzetta colpiti

Il Gruppo Angelantoni Industrie che conta 4 unità produttive in Italia e 333 dipendenti per un fatturato di 57 Mio€ ha subito un attacco dal gruppo criminale CONTI. L'azienda ha ricevuto la richiesta di riscatto, come sempre avviene nel caso di ransomware. l'azienda comunica: "Dopo un incessante lavoro, svolto anche durante il fine settimana, è stata recuperata – informa l’azienda – gran parte dell’operatività. Ed ora il Gruppo ha riacquisito “quasi totalmente la propria funzionalità”, che è garantita in ogni ambito di lavoro, dalla produzione, alla logistica, alla vendita ed assistenza."


Anche il Gruppo Piazzetta, noto per caminetti e stufe, ha subito un importante blocco informatico che si pensa dovuto ad un attacco informatico andato a buon fine. Server disconnessi, computer in tilt e dipendenti impossibilitati ad eseguire la propria mansione. Il gruppo ha ricevuto la richiesta di un riscatto per ottenere lo sblocco di tutti i loro sistemi. Ad oggi l'azienda ha deciso di affidarsi ai propri consulenti e legali per riavviare tutti i sistemi senza pagare il riscatto. Infatti sembra che i dati siano ancora presenti e integri in un backup e per ora non si capisce se tali dati siano anche stati esfiltrati o solamente criptati (leggi tutto l'articolo: https://www.ilgazzettino.it/nordest/treviso/piazzetta_stufe_camini_attacco_hacker_azienda_riscatto-6544118.html).


Entrambi questi attacchi sembrano far parte dell'allarme globale di questi giorni dovuto all'intensificarsi do attacchi provenienti dalla Russia, dal gruppo criminale CONTI e da altri gruppi di cyber-gang che si sono schierate con la Russia nel conflitto contro l'Ucraina ed il mondo occidentale. Qui l'alert di CSIRT: https://csirt.gov.it/contenuti/innalzare-la-postura-difensiva-in-relazione-alla-situazione-ucraina-bl01-220228-csirt-ita