ATTACCO RANSOMWARE NELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

Otto comuni della provincia di Bologna hanno subito un attacco ransomware che ha esfiltrato loro. 60GB di dati che ora sono pubblicati nel darkweb. Ecco quello che succede a enti ed aziende che 1) non si difendono opportunamento dagli attacchi informatici, 2) non operano opportunamente nel post-attacco per limitare i danni ed evitare back-out dei sistemi per giorni e pubblicazioni in rete di informazioni sensibili prelevate. In questo caso ben 60GB sono stati esfiltrati dai server dell’unione degli otto comuni e pubblicati. I servizi di responsabilità di questa unione di comuni sono: servizi informatici, gestione del personale, pianificazione territoriale e urbanistica, polizia municipale, protezione civile.

Appena avremo aggiornamenti li pubblicheremo qui.