Via Gatti 3/28 -41043 Formigine (MO)
059 5961136

Attacco informatico a Pornhub: attenzione alle pubblicità!

 

Pornhub è il grande paese dei balocchi di tanti adolescenti e adulti. Una piattaforma attraverso la quale la maggior parte delle persone trova quello sfogo ai propri istinti che permette di poter condurre una vita tranquilla.

La pornografia, in sé un settore con una determinata valenza culturale, ha subito un boost eccezionale da quando è così facilmente fruibile.

Essendo ovviamente meta di un numero elevatissimo di persone è anche normale che sia una preda ambita dagli hacker.

L’ultima notizia riguardante il paradiso del porno viene dal sito di Proofpoint, l’azienda leader di cyber security.

Secondo i suoi ricercatori all’interno del sito, tra le tante pubblicità che tappezzano le varie pagine, erano piazzati ad malevoli.

Usiamo il passato perché pare che la minaccia sia stata debellata per il momento.

Ma di che malware si trattava?

Creato dal gruppo hacker denominato KovGoreG, famoso per il malware di advertising Kovter, il “virus” era indirizzato a milioni di utenti dal Canada, dagli Usa, dalla Gran Bretagna e dall’Australia.

Attivo da oltre un anno, questa particolare variante, come abbiamo detto, è stata eliminata. Non ci sono ancora conferme che non sia comunque attiva sotto altre spoglie o in altre zone.

Come agiva?

La finestra che l’utente si trovava davanti era quella di un aggiornamento urgente del browser o del plug-in Flash Player. Considerata la schermata familiare e l’uso di parole come “critico”, che incutono un certo timore a prescindere, è più che naturale che qualcuno abbia cliccato su “Download Now”, scatenando la catena di eventi successiva.

 

L’ultimo step per la minaccia informatica era infiltrarsi nel dispositivo, prenderne il controllo e renderlo vulnerabile ad attacchi quali sottrazione o danneggiamento di dati.

Non dovrebbe stupire molti il fatto che su siti così tanto frequentati (si parlava di oltre un milione di utenti a rischio) e di ambigua accezione vengano nascoste minacce pericolose.

D’altronde la fruizione di certi canali è spesso discontinua, magari interrotta e non esattamente focalizzata alla sicurezza (ma a ben altro).

In sé non è quindi una cosa particolarmente preoccupante, ma è una lezione che si può comunque sempre imparare: il desiderio di svagarsi non deve comportare una disattenzione che può costare molto all’utente.

 

Tekapp offre soluzioni di cyber security che possono proteggere il tuo computer da questo tipo di attacchi, contattaci per maggiori informazioni?

Related posts

Leave a comment