Via Gatti 3/28 -41043 Formigine (MO)
059 5961136

Pericoli informatici inusuali: le luci Led dei router possono trasmettere informazioni rubate

luci LED possono trasmettere dati del computer

 

I pericoli derivanti dalla cyber criminalità sembrano diffondersi sempre di più.

Secondo una ricerca condotta dal Cyber Security Research Center (CSRC) e dalla Ben Gurion University of the Negev (BGU), l’università israeliana leader mondiale della ricerca in svariati settori, una nuova minaccia informatica deriverebbe dalle luci LED dei router.

No, non avete letto male…

Secondo questo studio, le lucine che lampeggiano su questi dispositivi presenti ormai in tutte le case potrebbero trasmettere informazioni e dati ad un hacker collegato via webcam, telecamera remota o a sistemi di individuazione del segnale.

Sembra proprio un espediente da film di fantascienza.

Queste luci normalmente rappresentano il funzionamento del processo di connessione, perciò raramente ci preoccupiamo di osservarle, se non quando vi sono particolari problemi.

Come fanno le luci LED a trasmettere un messaggio?

In parole povere, un codice maligno viene eseguito dalla rete LAN o dal router, che permette di ottenere il pieno controllo delle luci LED. I segnali trasmessi, come già detto, possono essere registrati e successivamente decodificati dai dispositivi di registrazione, quali telecamere remote e sensori ottici.

Facendo infatti lampeggiare i LED del router (a velocità impressionanti, fino a 1000 volte al secondo per ogni luce) si riescono a decodificare migliaia di bit (cifre del sistema di numerazione binaria, ovvero il “linguaggio” informatico) al secondo.

I ricercatori hanno provato la tesi creando un malware, chiamato XLED, che è in grado di infettare il firmware del router e sottrarre i dati che passano attraverso di esso.

Gli stessi che hanno scoperto questa vulnerabilità hanno condotto diversi studi, scoprendo vulnerabilità pericolose anche in altri dispositivi esterni quali gli altoparlanti del computer, scanner delle stampanti, le stampanti 3D, i jack per le cuffie, gli smartphone e molto altro.

Per questa specifica minaccia stanno ancora cercando le contromisure necessarie, ma individuare una vulnerabilità del genere è comunque il primo passo per trovare la soluzione.

Per visionare il testo del documento completo clicca qui

 

Vivere in un mondo sempre più interconnesso ha lati positivi e negativi. Purtroppo grandi risorse informatiche alla portata (più o meno) di tutti vuol dire anche accettare i rischi che possono derivare.

Tekapp ha fatto della cyber security il proprio punto di riferimento.

Per questo, ogni giorno, lavoriamo per tenere informati i nostri clienti e per aiutarli a difendere le loro aziende.

Per maggiori informazioni o per richiedere un preventivo clicca qui.

Related posts

Leave a comment